IA, imbecille artificiale.

Triturandomi le cervella sull’ultima materia, noto vaghi sintomi depressivi nel mio Asus.
Effettivamente non é che l’abbia usato in modo molto professionale, da quando l’ho preso.

Di solito la sua routine giornaliera é scaricare documenti scolastici, film stupidi e musica spaccatimpani, surfare un po’ in giro per il web e soprattutto riprodurre ventiquattr’ore su altrettante musica spaccatimpani.

Quindi é ovvio che ogni tanto spenga lo schermo e mi guardi con uno sguardo nero, e mi parli a pezzi musicali.

Per dirmi ti odio, mette su Eros (anche se cancello il pezzo me lo mette lo stesso) che io detesto.
Per dirmi che son stronza mi mette su gli Inkubus Sukkubus o simili, con testi prettamente funerari.
Per irritarmi e basta mi mette su i pezzi Hardtrance orribili che son nascosti in giro per il pc, a volume volutamente altissimo, di modo che faccio un salto di quattro metri.

Quando é veramente incazzato invece mi mette il corso di bestemmie in sardo che una volta mi ha passato un amico.

Bella roba, l’intelligenza artificiale. <!– –>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...