Prima che scappi (l’ispirazione dico).

Si doveva parlare di quella magica serata che oramai dista quasi due settimane.

Come avrete visto (ma anche no) nei commenti Magio si é già degnato di buttar giù un incipit, alquanto isterico direi, ma lasciamo correre.

Dicevasi:

Un venerdì notte qualunque, la sottoscritta che casca dal sonno, il suo consorte tutto l’opposto.

Lui: “Senti, già che son qua, comincio a preparare l’arrosto per domani, visto che abbiam visite”
Io: “Masseiffuori?!? Diopistacchio, son le quattro di mattina, vieni a letto, SUBITO!”

Passa la notte e il sabato mattina come al solito mi vede cerebrolesa, con un tappeto persiano dai nodi piccolissimi steso sulla lingua *grazie bambini persiani, grazie birra*.

Ma il mio Principe della Malesia no, lui – ore 9,45 – mi prende per la collottola e mi trascina per mobilifici a veder splendide camere da letto in super-offerta, tutta una scusa per comprare patate e carote per l’arrosto, il vero protagonista del sabato sera, come poi si vedrà.

Io: “Ma ‘sto arrosto, tu l’hai mai cucinato?”
Lui: “Ehm, massì, che ci vuole?”
Io: “Era un no, insomma”
Lui: “…”

Fatto sta che dopo un estenuante tour de force per Conforami – Ikee – Mobili Pfister – Grancase rinuncio e carta di credito alla mano anticipo 250 sbergole per una camera da letto di nome BASEL *ohmioddio* perché sinceramente ne ho piene le balle e la suddetta costa poco un cazzo e non é così orrenda; rispetto alle altre.

Andiamo a prendere ste cazzo di carote, dico.

Passiamo le seguenti ore piene di Firulì Firulà, la qui scrivente a cercar di imboscare in modo utile il bordello e la mia agrodolce metà a spignattare su sto benedetto arrosto (nemmeno Adrià di El Bulli prepara cene con tanto anticipo ).

Stasera come ospiti abbiamo oltre agli ormai onnipresenti MiSentoDesmo e SantaPazienza (la sua ragazza) anche Mammo, amico d’infanzia di più o meno TUTTI i miei amici e conoscenti, essendo lui la taciturna leggenda di Stabio Beach.

MiSentoDesmo come già anticipato da Magio é appunto una specie di falciatrice a motore senza il tastino OFF, gira, ride, osserva, tocca, distrugge, ogni tanto chiede scusa, ogni tanto ri-ride, bestemmia, si rolla cannoni di Navarone sul tavolino appena pulito, seminando briciole di tabacco anche dentro gli armadi.

Un ospite di tutto riposo insomma.
Più che mettersi le mani nei capelli e insultare il proprio Karma non si può fare, quindi…

Ore 18.30: l’arrosto splende in tutta la sua bellezza di carne stracotta in salsina d’aspetto inquietante, ma l’assaggio lo salva in corner, anzi direi che il sapore é veramente buono. Quindi tra mezz’ora il mio padrone di casa andrà a prendere la leggenda taciturna.

Lui: “Oh, guarda qui che bello, non vedo l’ora di sapere cosa ne pensa Mammo…”
*il suo sguardo si fa pensieroso*
*I suoi occhi si spalancano facendo intravedere un’illuminazione*
Lui: “CAZZO!”
Io: “se ghé?”
Lui: “Ma Mammo é vegetariano!”
Io: “… ”
Lui: “…”
Io: “fenomeno”

Tiro fuori pomodori, basilico e fusilli, oltre a cetrioli e l’avanzo delle carote per l’insalata, mentre Magio va discretamente a prendere a testate il muro portante del salotto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...